Francesco Malapena è un giovanissimo tenore dalle grandi speranze e sicuramente di lui sentiremo molto parlare nel prossimo futuro. Lo abbiamo conosciuto per la prima volta nel giorno della memoria di S. Bartolomeo, Santo patrono di Benevento il 24 agosto 2012. In quella occasione mons. Mario De Santis, rettore della Basilica dedicata al Santo, allestì per la decima volta consecutiva, sull’antistante sagrato, in pratica al centro di Corso Garibaldi, il riuscitissimo Gran Galà della Lirica con la partecipazione di tre valenti tenori: Eusebio De Pasquale, Antonio De Palma e Francesco Malapena, magistralmente accompagnati dalla Grande Orchestra Sinfonica “Chaikowski” della Repubblica di Udmurtia (Russia) e dall’impeccabile Coro Lirico del Teatro dell’Opera di Craiova (Romania). Tutti, mirabilmente diretti dal m° sannita Leonardo Quadrini. L’eccezionale evento artistico fu organizzato da Vanni Miele con il patrocinio del Comune e dell’Arcidiocesi. Quindi, un tripudio di sensazioni piacevoli e di un susseguirsi di profonde emozioni scaturite dall’eccellente musica, dai sublimi canti e straordinaria è stata la partecipazione di pubblico, che sin dal tramonto ha occupato tutti i posti a sedere. Successivamente lo abbiamo reincontrato ed è stata l’occasione per scambiare con lui alcune battute.